Ciclismo

L'escursione attraverso il monte Srnjak al monte Sabotino


Una salita moderata lungo la vecchia strada che porta nella regione di Goriška brda (collio sloveno) e fino al rifugio sul monte Sabotino, circondata da un labirinto di caverne e trincee della Prima guerra mondiale (parte del parco commemorativo della pace). Offre delle viste splendide dal mare Adriatico fino al monte Triglav.
Il percorso parte dal villaggio di Plave passando per il villaggio di Prilesje pri Plavah da dove sale lungo una vecchia carrareccia fino al crinale e prosegue lungo la strada fino al rifugio. Sopra il fiume Isonzo, appena dietro il villaggio di Prilesje pri Plavah, si trova la chiesa di San Ahac con un cimitero dove è possibile rifornire l'acqua. Davanti al sottopasso della ferrovia in direzione del fiume Isonzo, potete notare l'inizio della carrareccia rocciosa che si deve seguire attraverso il monte Srnjak e oltre alla regione di Goriška brda. Oggi questa carrareccia di ghiaia non è più nelle condizioni in cui era quando rappresentava l'unica strada utilizzata dai viaggiatori e dai carri trainati da cavalli per il trasporto di merci nella regione di Goriška brda. A quel tempo, i villaggi di Plave e Prilesje pri Plavah rappresentavano un'importante sosta prima della salita dove viaggiatori stanchi e cavalli potevano riposarsi e recuperare le forze. Questa carrareccia vi porterà sulla strada di crinale sul monte Sabotino, dove potrete godere delle viste splendide sulla regione di Goriška brda, e oltre le piramidi (memoriali italiani della Prima guerra mondiale) fino al rifugio. Il rifugio ospita una collezione museale ben organizzata e ci offrono anche cibo e bevande. Potete fare una passeggiata da soli o accompagnati da una guida lungo il Parco commemorativo della pace, che si trova nei pressi del rifugio e comprende un museo all'aperto con trincee restaurate, labirinto di caverne lungo tutta la montagna e altri luoghi di interesse. Dal rifugio fino alla cima del Sabotino porta un sentiero lungo il crinale che offre splendide viste sul fiume Isonzo che scorre lungo la stretta valle sottostante. Solo giunti in cresta si può capire appieno l'importante posizione di questo solitario monte al confine geografico tra le Alpi Giulie e la pianura friulana dove si delinea il confine tra la Repubblica di Slovenia e l'Italia. Durante i mesi primaverili ed estivi potete godervi la variegata fauna e flora, mentre durante i mesi autunnali potete ammirare i meravigliosi colori infuocati dello scotano che copre l'intera cresta.

 

La carrareccia rocciosa attraverso il monte Srnjak si snoda in una piacevole ombra del bosco, il che non si può dire per la sezione lungo la strada asfaltata sotto la cresta del monte Sabotino dove può fare piuttosto caldo durante i mesi estivi, perciò dovete portare con sé una quantità sufficiente di acqua o iniziare il tour al mattino. Durante i mesi più freschi, questo tratto di salita è abbastanza piacevole perché la strada asfaltata si snoda lungo il versante soleggiato e sottovento della montagna. Potete trovare ristoranti nel villaggio di Plave e in cima della montagna. Quest'escursione è adatta anche per le bici elettriche.


 

 

distanza
25,5 km
elevazione
699m
tempo
3h 45min
difficoltà
2/3